,

La ceramica Raku di Artijanas

 

Animali Evidenza 1

In giapponese il termine Raku significa “gioire il giorno”, ovvero vivere in armonia con le cose e gli uomini. Questa tecnica ceramica ha origine proprio in Giappone nel XVI secolo, dove è esclusivamente riservata alla cerimonia del tè.
artijanasRinnovato e reinventato, il Raku arriva in Occidente agli inizi degli anni ’60. In questa tecnica, terra, acqua e fuoco sono i principali protagonisti, con i loro valori primordiali legati all’estro dell’uomo.
Secondo la tecnica Raku, i pezzi estratti dal forno ancora incandescenti vengono immediatamente posti in recipienti metallici pieni di combustibile di vario genere (segatura, paglia, foglie secche, etc.) e subito coperti, al fine di ottenere una forte riduzione dovuta alla mancanza di ossigeno.artijanas9
In questo modo, l’ambiente riducente creato provoca lustri e riflessi dovuti alla reazione chimica degli ossidi metallici presenti negli smalti e nel particolare tipo di argilla refrattaria impiegata.

 

Artijanas, per le creazioni realizzate con tale tecnica, si ispira alla natura e al mondo animale, con particolare richiamo ai colori della Sardegna. artijanas11Utilizza infatti la ceramica Raku per dare vita a complementi d’arredo come quadri, mattonelle, lampade e contenitori con forme e decorazioni che richiamano la natura, ma anche miniature e sculture a forma di animali.
Ogni creazione è realizzata interamente a mano e senza l’utilizzo di stampi, in questo modo ogni oggetto possiede caratteristiche uniche che lo rendono inimitabile per colore e forma.

Di seguito qualche altro esempio del pregiato e sapiente lavoro artigianale di Artijanas.

artijanas14artijanas17artijanas18artijanas4artijanas5artijanas8artijanas12artijanas