Alla fine di dicembre, come molti di voi sapete, Messaggerie Sarde ha festeggiato i suoi primi 40 anni di gestione Cossu-Marranci.

In questa occasione, in tanti sono venuti qui in libreria per festeggiare, lasciando un ricordo, un video o omaggiando questa ricorrenza con un’esibizione.

Tra questi, Carlo Valle, che ha letto alcuni pezzi di un libro: “Nuddadifà” di Nello Rubattu.

La magistrale interpretazione dei paragrafi estrapolati da “Nuddadifà” ha immediatamente catturato il mio interesse.

Così ho iniziato subito a leggere questo libro: il ritmo è veloce, la scelta delle parole è tagliente, irriverente.

Nello Rubattu dà voce a personaggi di pura fantasia, che sembrano però terribilmente reali. Il Cavaliere, protagonista di questo giallo ambientato a Sassari, è un ex poliziotto che si improvvisa investigatore, incaricato di scoprire chi ha commesso quel delitto che ha indignato parecchie signore affezionate a Nuddadifà. Si deve infatti sapere che Nuddadifà, era un galantuomo, che ha saputo regalare attimi di fuga e tenerezze a parecchie donne di una certa età, e proprio queste donne che “non ne possono la vita” della prematura scomparsa del loro amato, vogliono giustizia. Decidono quindi  di assoldare un investigatore privato, anche perché loro lo sanno bene che la polizia se ne frega.

Tramite le indagini sgangherate del Cavaliere, conosciamo tanti personaggi che vengono magistralmente messi con le spalle al muro e fatti cantare a dovere, indotti a svelare segreti scabrosi che farebbero vergognare chiunque.

In questo libro si sbircia tra i vicoli di una Sassari non poi così tanto di fantasia, ma davvero riconoscibilissima. E si sorride. Perché l’italiano, mischiato  con genialità al sassarese, rende perfettamente l’idea. Un’indagine che va avanti e si evolve a forza di “ciarameddi”, lasciando il lettore sempre più incuriosito. Nel suo libro, Nello Rubattu, tocca tematiche gravose e fin troppo attuali, facendo sorridere, alle volte amaramente.

 

Chi è Valentina Camboni

In libreria è una stagista con la risposta sempre pronta e un sorriso accattivante, nella vita una buona forchetta con la passione per l’arte ed il mondo animale. Creativa e curiosa, trascorre il suo tempo libero alternando buone letture, esperimenti culinari e avventure con il suo cane Zelda, che insieme a lei è protagonista di curiosi episodi.