“Tredici” di Jay Asher: il romanzo che ha ispirato la serie “13 Reasons Why”

18869961_10211181646811521_30479509_o
Quando Clay Jensen riceve un pacco grande quanto una scatola di scarpe, ne rimane sorpreso. Sconvolto. All’interno della scatola infatti, trova delle audiocassette, incise una per una da Hannah Baker, la ragazza della quale è innamorato dalle scuole medie. La ragazza che si è tolta la vita appena due settimane prima.
Tredici motivi, tredici storie, tredici cassette, che portano Hannah all’ineluttabile scelta di togliersi la vita. In queste storie sono coinvolti i compagni di scuola di Hannah, gli amici, i professori.
Hannah decide di lasciare un messaggio forte, coinvolgendo ognuna delle 13 persone, trascinandole in un gioco: ognuno dei protagonisti delle cassette dovrà passare le cassette alla persona successiva. E tutti dovranno ascoltare tutte le cassette. Clay non vorrebbe davvero farlo, vorrebbe che i segreti di Hannah Baker rimanessero con lei sotto terra. Ma il desiderio di sapere quale ruolo ha avuto nella terribile scelta di Hannah sarà troppo forte.
In questo libro si parla di un argomento delicato, purtroppo sempre attuale: il bullismo. La protagonista infatti, è una vittima, presa di mira, non capita, denigrata. Uno sguardo su un dolore adolescenziale che ha sollevato l’attenzione di molti.
Tredici ha fatto tanto scalpore, diventando il fenomeno dell’anno. Netflix ha sviluppato anche la serie tv 13 Reasons Why, di appunto 13 puntate. È molto probabile che questa serie tv venga trasmessa nelle scuole, ai fini di sensibilizzare i ragazzi.
 
Chi è Valentina Camboni
In libreria è una stagista con la risposta sempre pronta e un sorriso accattivante, nella vita una buona forchetta con la passione per l’arte ed il mondo animale. Creativa e curiosa, trascorre il suo tempo libero alternando buone letture, esperimenti culinari e avventure con il suo cane Zelda, che insieme a lei è protagonista di curiosi episodi.