a cura di Paolo Saccani

Sono contro la guerra e le armi in generale. Rothmann riesce a descrivere, come se ci avesse vissuto, una piccolissima realtà contadina nella Germania del nord alla fine del secondo conflitto mondiale. La descrive attraverso gli occhi di una ragazzina di 12 anni “Luisa” in piena fase di crescita. Il contesto di “apparente” pace della fattoria in cui vive, i suoi conflitti con la famiglia, il suo primo amore tutto quanto immerso in una Germania razzista e nazista che è convinta fino all’ultimo di poter vincere il conflitto creano di creano di questo libro un vero capolavoro. Ringrazio Ralf Rothmann e lo consiglio vivamente.