,

Eleanor Oliphant sta benissimo

mavi

Eleanor Oliphant sta benissimo

L’unica cosa che conta è rimanere fedeli a ciò che si è veramente

Mi chiamo Eleanor Oliphant e sto bene, anzi: sto benissimo.
Non bado agli altri. So che spesso mi fissano, sussurrano, girano la testa quando passo. Forse è perché io dico sempre quello che penso. Ma io sorrido. Ho quasi trent’anni e da nove lavoro nello stesso ufficio. In pausa pranzo faccio le parole crociate. Poi torno a casa e mi prendo cura di Polly, la mia piantina: lei ha bisogno di me, e io non ho bisogno di nient’altro. Perché da sola sto bene.
Solo il mercoledì mi inquieta, perché è il giorno in cui arriva la telefonata di mia madre. Mi chiama dalla prigione. Dopo averla sentita, mi accorgo di sfiorare la cicatrice che ho sul volto e ogni cosa mi sembra diversa. Ma non dura molto, perché io non lo permetto.
E se me lo chiedete, infatti, io sto bene. Anzi, benissimo.
O così credevo, fino a oggi.
Perché oggi è successa una cosa nuova. Qualcuno mi ha rivolto un gesto gentile. Il primo della mia vita. E all’improvviso, ho scoperto che il mondo segue delle regole che non conosco. Che gli altri non hanno le mie paure, non cercano a ogni istante di dimenticare il passato. Forse il «tutto» che credevo di avere è precisamente tutto ciò che mi manca. E forse è ora di imparare davvero a stare bene. Anzi: benissimo.
eleanor copertina

Gail Honeyman ha scritto un capolavoro. Un libro che secondo la stampa internazionale più autorevole rimarrà negli annali della letteratura. Un romanzo che per i librai è unico e raro come solo le grandi opere possono essere. In corso di pubblicazione in 35 paesi, è il romanzo d’esordio più venduto di sempre in Inghilterra, dove è da più di un anno in vetta alle classifiche. Ha vinto il Costa First Novel Award e presto diventerà un film. Una protagonista in cui tutti possono riconoscersi. Una storia di resilienza, di forza, di dolore, di speranza. Un grande romanzo con una grande anima.

L’autrice:

gail honeyman

Gail Honeyman è nata e cresciuta in Scozia, ora vive a Glasglow, e fin dai tempi della scuola la scrittura per lei è stata non solo un’attitudine ma un sogno. Un sogno che ha custodito e coltivato per anni. Un sogno che è diventato un progetto a cui ha dedicato tutto il suo tempo: dalle pause pranzo alle notti di ispirazione. Quel progetto è Eleanor Oliphant sta benissimo, che oggi è un caso editoriale eccezionale.

Garzanti, 344 pag, 17.90 €

,

Sophie Chen Keller – La voce delle cose perdute

La voce delle cose perdute di sophie chen kel

Sophie Chen Keller – La voce delle cose perdute

Un libro pieno di poesia che attraverso gli occhi e il cuore di un bambini veleggia verso il senso della vita.

La voce delle cose perdute di sophie chen kel“La voce delle cose perdute di Sophie Chen Keller“ è un libro che ho divorato, meraviglioso, scritto benissimo che trasporta nella storia del piccolo Walter.

E’  l’avventura di un bambino molto particolare, di 12 anni, che ha difficoltà a parlare. Walter ha smesso di comunicare con gli essere umani. Milton, un cane Labrador, è il suo migliore amico e con lui che vive le sue avventure.

Walter vede cose che  sfuggono alle persone, è bravissimo a ritrovare quello che gli altri perdono. Anche lui perde una cosa molto importante, il libro magico di sua madre, lo cerca avventurandosi nella città, scoprendo persone che come lui si sono chiuse in sé … ma che non hanno mai perso la speranza.

Sophie Chen Keller narra una storia molto toccante, anche drammatica. L’avventura di Walter, alla ricerca del libro della madre, gli permetterà di riaprirsi al mondo.

E’ un viaggio attraverso la consapevolezza di non abbandonare mai la speranza, verso la comprensione che noi siamo li dove siamo, si tratta solo di avere coraggio e vedere.

Può sembrare una fiaba, per me è uno spaccato della vita di molti di noi.

,

La felicità del cactus

9788807032929_quarta

La felicità del cactus

La felicità del cactus è quello stato mentale che colpisce chi ha poche pretese e sta lì a prendersi quella poca acqua che gli spetta una volta ogni tanto. Sarah Haywood racconta in questo romanzo le avventure di Susan, una donna inflessibile e assolutamente femminista che rifiuta qualunque aiuto e qualunque debolezza. A Susan la sua vita va bene così com’è, senza sorprese e senza momenti sdolcinati. Ma anche i cactus più spinosi e più ancorati alla terra fioriscono ed è proprio quello che accade a questa donna in carriera, con un modesto ma elegante appartamento nel cuore di Londra e con una vita sentimentale preordinata, con un uomo che non chiede molto in cambio, se non qualche uscita culturale e qualche nottata insieme. Tutto cambia quando Susan scopre di essere incinta e nel frattempo viene colpita dalla scomparsa di una persona a cui è molto legata. All’improvviso le sue certezze crollano e un nuovo universo interiore si spalanca dentro di lei, scombussolandola completamente. Ma è proprio in questo attimo di confusione che l’esistenza si svela perché Susan riceverà aiuto dalle persone più impensabili, rimanendo finalmente senza parole e, soprattutto, senza spine. La felicità del cactus è un libro che insegna ad innaffiare, poco per volta, il proprio cuore.

 

L’autore

sarahhaywood.jpg.223x276_q100

Sarah Haywood è nata a Birmingham. Dopo gli studi in Legge, ha lavorato come avvocato e come consulente legale. La felicità del cactus (Feltrinelli, 2018) è il suo primo romanzo, acclamato in Inghilterra come uno degli esordi più attesi dell’anno, selezionato dalla catena di librerie WHSmith per la loro campagna promozionale per i nuovi talenti 2018 e in corso di pubblicazione in 7 paesi.

,

Time after time

Time after time

20180719_095228

La storia del rock è una cosa meravigliosa. Da questo assunto nasce l’idea di Time after time, un modo originale, una formula sinora mai applicata, per raccontare passo passo quello che di notevole, interessante, curioso, memorabile, degno di essere tramandato, è successo nelle cronache del pop-rock dagli albori ad oggi. In una cavalcata divertente , che associa i massimi sistemi agli episodi più periferici, attraversati dai personaggi che hanno popolato le classifiche, gli stadi, i cinema, le trasmissioni radiofoniche e televisive  troviamo migliaia di notizie, nomi, titoli, festival con cui tracciare e ricordare la colonna sonora delle musiche che amiamo.

20180719_095246
E se lo scorrere del tempo viene punteggiato anche da tragedie e morti, evidenziati con una breve indicazione biografica, una sezione finale riassume dal 1° gennaio al 31 dicembre le date di nascita e i compleanni degli artisti più rappresentativi dell’ultimo secolo. Ogni anno inoltre viene introdotto da una nota che aiuta a contestualizzare il periodo e gli avvenimenti extramusicali.
Il volume riccamente illustrato con i volti, le copertine, le insegne di realtà culturali che hanno rappresentato l’avventura del pop-rock dagli anni Cinquanta a oggi getta uno sguardo complice e approfondito sui diversi generi con un’attenzione sistematica anche al panorama italiano.
La selezione degli argomenti, dei protagonisti, delle date tiene naturalmente conto di vari fattori, ma senza mai prescindere da considerazioni oggettive sull’importanza che tra gli appassionati e sui mass-media quei gruppi e quegli artisti si sono ritagliati nel corso del tempo.
Dal rock ‘n’ roll delle origini, passando per il beat, il blues revival, il country, il folk e la canzone d’autore, la psichedelia, il progressive, la stagione hard e metal, arrivando ai fenomeni del punk, della new wave, del reggae, e quindi alla diffusione dei linguaggi più commerciali, senza tralasciare la ricerca e la sperimentazione, per abbracciare naturalmente l’universo rap e hip-hop, del soul e della black music, nelle pagine di Time after time troveremo segnali che riguardano tutti gli attori di questa storia esaltante, dai grandi maestri e guru considerati i padri fondatori, fino ai teen idol dei giorni nostri. Una sorta di tempesta perfetta.
Time after time è il modo per raccontare la fantastica traiettoria dei suoni in cui siamo immersi e stimolare gli appetiti con cui guardare al presente e al futuro: un giorno dopo l’altro.

20180719_095207
 

L’autore Enzo Gentile lavora nella musica come critico e storico dalla metà degli anni Settanta. Debutta alla radio, poi scrive per un centinaio di testate, firma una quindicina di libri, organizza mostre e manifestazioni, lavora con teatri, festival, istituzioni. Ha collaborato con RadioRai (Fuorigiri, Stereodrome, Caterpillar), Radio Popolare, Radio24 e a diversi programmi televisivi. Ha curato la direzione artistica di varie rassegne tra cui Suoni e Visioni, Music club. È docente al Master in comunicazione musicale dell’Università Cattolica di Milano; tra i volumi pubblicati Cover & Cover (Mazzotta), Dizionario del pop-rock (Baldini&Castoldi, Zanichelli), Arrivano i Beatles e Beatles a fumetti (Skira), Legata a un granello di sabbia (Melampo), Jimi santo subito (Shake), Lontani dagli occhi (Laurana). Milanese, nato sotto il segno dei Gemelli, giornalista professionista dal 1984, hendrixiano, motociclista, ha seguito oltre 6 mila concerti. E continua a farlo.

enzo gentile

Time after time

editore: Hoepli

prezzo: 29,90 euro