La tentazione di essere felici

lorenzo-marone-la-tentazione-di-essere-felici evidenza

La tentazione di essere felici

lorenzo-marone-la-tentazione-di-essere-felici“L’originalità del soggetto, la chiarezza della scrittura e la musicalità della prosa. E’ un romanzo in cui l’amore la fa da padrone senza scadere nella retorica, narrandoci una coralità fatta di personaggi che il lettore penserà di aver conosciuto nella propria quotidianità. L’autore sa prenderci per mano e portarci nella storia con naturalezza e calore, una storia affrontata in contropelo, in modo non troppo prevedibile e piuttosto anticonformista attraverso il coinvolgente cinismo del suo protagonista. L’amore più importante è quello per la vita, e Cesare Annunziata ce lo ricorda, con un simpatico ghigno, più efficace di una dichiarazione d’amore” (Motivazione della giuria per il premio SCRIVERE PER AMORE 2015 assegnato a “La tentazione di essere felici”).
Galetto Alessandra, L’Arena
Cesare Annunziata potrebbe essere definito senza troppi giri di parole un vecchio e cinico rompiscatole. Settantasette anni, vedovo da cinque e con due figli, Cesare è un uomo che ha deciso di fregarsene degli altri e dei molti sogni cui ha chiuso la porta in faccia. Con la vita intrattiene pochi bilanci, perlopiù improntati a una feroce ironia, forse per il timore che non tornino. Una vita che potrebbe scorrere così per la sua china, fino al suo prevedibile e universale esito, tra un bicchiere di vino con Marino, il vecchietto nevrotico del secondo piano, le poche chiacchiere scambiate malvolentieri con Eleonora, la gattara del condominio, e i guizzi di passione carnale con Rossana, la matura infermiera che arrotonda le entrate con attenzioni a pagamento per i vedovi del quartiere. 
Ma un giorno, nel condominio, arriva la giovane ed enigmatica Emma, sposata a un losco individuo che così poco le somiglia. Cesare capisce subito che in quella coppia c’è qualcosa che non va, e non vorrebbe certo impicciarsi, se non fosse per la muta richiesta d’aiuto negli occhi tristi di Emma…
I segreti che Cesare scoprirà sulla sua vicina di casa, ma soprattutto su se stesso, sono la scintillante materia di questo formidabile romanzo, capace di disegnare un personaggio in cui convivono, con felice paradosso, il più feroce cinismo e la più profonda umanità.
Se avete amato Barney Panofsky, l’indimenticabile protagonista del romanzo di Mordecai Richler, La versione di Barney, non potrete non innamorarvi di Cesare Annunziata.
Potete leggere altre informazioni su Lorenzo Marone visitando il suo sito 
,

Ferma il criceto che hai in testa di Serge Marquis

Ferma il criceto che hai in testa evidenza

Ferma il criceto che hai in testa di Serge Marquis

Ferma il criceto che hai in testaL’approccio di Marquis per azzittire quel continuo baccano che abbiamo nella testa è brillante. Per affrontare i più comuni problemi legati allo stress dà consigli pratici e risposte concrete, seguendo l’idea che per stare bene si deve essere capaci di guardarsi dentro con molta ironia. Ma come si fa a sedare il nostro criceto iperattivo? La risposta è “decrescita personale“, ovvero quella frazione di secondo in cui diventiamo consapevoli del fatto che la nostra mente è totalmente occupata da parole e immagini contaminate dall’ego. Basta un secondo per mettere in atto la decrescita. E Marquis ci dà le istruzioni.

Siete tra coloro che hanno l’impressione di avere sempre la testa colma di pensieri? Un perenne ronzìo disturbante che vi impedisce di addormentarvi facilmente la notte? O siete semplicemente consapevoli di essere stressati e frustrati, perennemente in balìa delle vostre emozioni? Comunque sia, c’è un solo colpevole per tutto ciò: è un piccolo roditore che ha fatto il nido nella vostra testa, un frenetico criceto che non sta fermo un secondo e che Serge Marquis, medico specializzato nel trattamento dei disturbi da stress, conosce così bene da avergli dedicato un libro: Ferma il criceto che hai in testa (BUR-Rizzoli, 180 pagine, 14,90 euro). In quello che ormai è un best-seller, Marquis accompagna il lettore in un viaggio alla scoperta di quel retro pensiero che cova costantemente dentro di noi, per individuare quando la nostra mente va in “modalità criceto” e riuscire a disinnescarla.

Louise Hay

Louise Hay evidenza

Louise Hay scoperta del potenziale insito in ognuno di noi

Luoise HayHa cambiato la vita di milioni di persone grazie ai suoi insegnamenti che si fondano sulla scoperta e il rafforzamento del potenziale insito in ognuno di noi, per la crescita e il miglioramento personale. È l’autrice di “Puoi guarire la tua vita“, un bestseller da oltre 35 milioni di copie in tutto il mondo, tradotto in oltre 30 lingue. È nota per la sua adolescenza drammatica. All’età di 5 anni, infatti, fu vittima di stupro, mentre a 15 abbandonò la scuola e rimase incinta. Sola e senza soldi, fu costretta a dare il suo primogenito in adozione… Nel 1954 sposò l’uomo d’affari inglese Andrew Hay, ma il loro matrimonio finì 14 anni dopo, quando Andrew la lasciò per un’altra donna. Fu in questo periodo che Louise incominciò a studiare i precetti del New Thought, che l’aiutarono a capire come il pensiero positivo poteva cambiare la vita materiale delle persone oltre che guarire il corpo. Nel 1978 le diagnosticarono un cancro al collo dell’utero e crollò psicologicamente. Louise, però, non si abbandonò perché capì quasi subito che la malattia era stata causata dal forte risentimento che ancora provava per lo stupro e gli abusi subiti durante l’infanzia. Questa profonda convinzione, la portò a rifiutare le medicine convenzionali e a iniziare un regime di perdono accoppiato a riflessologia e clisteri che le consentirono di sconfiggere la malattia. Ha raccontato quest’esperienza e le teorie che ne sono scaturite nel libro “Puoi guarire la tua vita“.

Puoi prenotare la sua bibliografia

Quando lo stress ti cambia la vita, cambia la vita allo stress con il Neuro-Training!

Quando lo stress ti cambia la vita, cambia la vita allo stress con il Neuro-Training!

Siamo fin troppo abituati a sentir parlare di stress ed imputare ogni colpa a quello che è diventato ormai un componente di fondo del nostro modus vivendi. Ora occupiamoci invece di cosa possiamo fare per migliorare la nostra risposta allo stress. Innanzitutto un po’ di chiarezza, cerchiamo di capire meglio che cosa succede nel nostro organismo quando siamo sotto stress.

Da un punto di vista fisico, sentiamo i nostri battiti accelerati, le mani e la fronte che sudano, la bocca secca e la testa in tilt! Bere dell’acqua in questa situazione aiuta a reidratare il cervello. 😉

Non riusciamo a concentrarci, ci sentiamo insicuri e abbiamo paura, letteralmente ce la stiamo facendo sotto (anche se non vogliamo ammetterlo soprattutto a noi stessi…). Guai poi a prendere decisioni! Questi sintomi sono la conseguenza di una reazione biochimica detta di “lotta o fuga”, che si attiva quando ci sentiamo minacciati da qualcosa. La stessa reazione biochimica che si attivava  nei nostri predecessori abitanti delle caverne quando si trovavano davanti a una bestia feroce e dovevano decidere se lottare o darsela  a gambe!

Ai tempi nostri questo capita tutti i giorni e spesso per certe persone, più volte al giorno: il sangue defluisce dagli organi interni verso gli arti inferiori (scappare) e superiori (lottare) e da gran parte del cervello, mentre si attivano gli ormoni surrenalici, l’adrenalina in prima battuta e poi il cortisolo per mantenere un’adeguata resistenza allo stress. Anche se non abbiamo a che fare con bestie feroci, gli stimoli esterni che ci arrivano sono molteplici: dalle preoccupanti notizie di continua minaccia alla pace nel mondo, alla difficoltà quotidiana di barcamenarci con problemi  economici, alle relazioni sempre più problematiche. Pertanto, siamo in perenne “lotta e fuga”, le nostre ghiandole surrenali sempre più affaticate così come in generale il nostro sistema biochimico e immunitario. Il Neuro-Training allena il Sistema Nervoso a rispondere al meglio alle sfide della vita, dando nuove e migliori opzioni, le BNO,  per attivare le nostre risorse innate, geneticamente predisposte, verso  la soluzione dei conflitti interni.

Nelle sessioni individuali di  Neuro-Training, la persona acquista oltre che consapevolezza, energia e competenza per gestire le proprie tematiche, attingendo al proprio patrimonio di abilità, intelligenze e funzioni cerebrali che vengono limitate nella loro espressione proprio dalla PAURA! Questa parola in inglese si scrive FEAR e altro non è che l’acronimo di False Evidenze Appaiono Realtà”, in quanto la paura, costruzione della nostra mente, si nutre di Percezione Errata ed Emozioni Negative che offuscano e inibiscono la nostra Intelligenza.

Eliminare la carica emotiva negativa e portare a zero la percezione errata, fa sì che trovandoci in una ennesima situazione di stress la nostra reazione sia progressivamente, grazie all’allenamento neurologico, caratterizzata da una risposta positiva, fino a ridurre lo stress ai minimi termini. Una ottima competenza nella gestione dello stress si ottiene utilizzando i preziosi strumenti dati dai vari workshop di Attivazione del Neuro-Training, quali ad esempio Clear Energy, Connecting the Flow, Positive Response e Life Quality, solo per citarne alcuni. Ognuno di questi fa leva su un sistema genetico in particolare e lo allena a funzionare meglio, permettendoci di avere una sempre maggiore capacità di superare le  sfide. Sessioni Sistemi di Attivazione si integrano perfettamente l’uno con l’altro per offrirci  la massima possibilità di esprimere al meglio le nostre capacità e diventare finalmente i veri leader della nostra vita.

 

Dott.ssa Cinzia Cao

Farmacista e Neuro-Trainer

Istruttore autorizzato Sistemi di Attivazione del Neuro-Training

Tel. 338 1579834

Indirizzo mail: erboristerialamadonnina@gmail.com